DA MILANO AL TETTO DEL MONDO. ADDIO PRESIDENTE

vincenzoimbriani 12 giugno 2023 0 415 Visite Totali
DA MILANO AL TETTO DEL MONDO. ADDIO PRESIDENTE

Uomo, imprenditore, politico, editore: Silvio Berlusconi è stato tutto ciò, cambiando il volto di un intero paese. Non solo in ambito burocratico e in quello televisivo, perchè il Cavaliere è e resterà sempre nel cuore di un’intera tifoseria, una squadra che navigava in acque insicure negli anni 80 e venne risollevata dal nuovo proprietario, raggiungendo la vetta europea e poi quella mondiale.
La “discesa in campo” avviene nel febbraio 1986 e il resto è storia, con dei numeri ineguagliabili che hanno reso il Milan una delle società più titolate a livello globale: 8 Scudetti, 1 Coppa Italia, 7 Supercoppe Italiane, 5 UEFA Champions League, 5 Supercoppe UEFA, 2 Coppe Intercontinentali, 1 Coppa del Mondo per Club FIFA.
Sacchi, Capello e Ancelotti: la sua triade che ha vinto qualsiasi trofeo disponibile nel panorama calcistico nazionale e internazionale.
Un amore infinito e inossidabile che ha travalicato i decenni e per il quale Berlusconi si è speso senza sosta, anche in seguito all’ulteriore celeberrima “discesa in campo” che lo portò a insediarsi a capo di Forza Italia, il suo partito, e del Governo per molteplici mandati.
Disse nel 2013: <<Mi ricordo di quando mio padre mi portava allo stadio e non pagavo il biglietto perché ero piccolo piccolo. Ripeto, il Milan è una questione di cuore>> , decidendo di cedere il suo bambino, divenuto un colosso, nel 2016, una volta resosi conto di aver dato tutto.
Ma la sua assenza dal mondo del pallone dura solo un biennio, per poi dare nuova linfa al Monza, promosso per la prima volta in Serie A nel 2022 e intenzionato a issarsi nei piani alti della massima categoria in futuro, grazie all’intelletto del fidato dottore Adriano Galliani, direttore dell’invincibile Milan e degli attuali brianzoli.
Un’icona del Made in Italy, una leggenda che sarà ricordata in eterno.
Addio Presidente.