La forza ed il coraggio delle Tigri di Malesia nello spirito di Marco Ragini. Nuovo head coach del Kelantan Fc.

Giandomenico Sica 17 gennaio 2021 0 740 Visite Totali
La forza ed il coraggio delle Tigri di Malesia nello spirito di Marco Ragini. Nuovo head coach del Kelantan Fc.

Kotha Bharu ( Malaysia) – Scrivere : Marco Ragini, “la tigre di Malesia” sarebbe da dilettanti della penna e denoterebbe uno stereotipo nazional popolare. Dato che invece dobbiamo raccontare un’altra grande pagina di vita del Mister di San Marino scegliamo qualcosa di più originale. Mentre accendo il pc e penso a cosa scrivere mi viene in mente una canzone di Davide Van De Sfroos : Yanez. Mi mette allegria e voglia di vivere. Quella stessa voglia che credo abbia spinto  Marco a volare fino a Kuala Lumpur e risalire per 500 km il  Nord Est malese ed arrivare fino a Kota Bharu al confine con la Thailandia. Qui nello Stato assolato del Kelantan, dove “sale e scende la marea e riporta la sua rudeera” Marco è stato chiamato a guidare i Red Warriors del TRW Kelantan Fc. Una sfida che dire affascinante è poco. “Sandokan cun’t el mohito e’l bigliett cun soe l’invito”. Van De Sfross canta così di Sandokan che ha imparato a pilotare le infradito e di Yanez de Gomera che sopra la curriera andava a Rimini a vedere i delfini. Si quella Rimini ( San Marino) da dove porte il nostro viaggio. Verso la Malesia. Appena firmato il contratto  Ragini arriva puntale come sempre  dall’altra parte del mondo senza confini. La libertà è questa essenza. La Malesia un  paese splendido dove il calcio viene vissuto come una seconda religione. L’allenatore di San Marino non vede l’ora ovviamente di poter scendere in campo per i primi allenamenti e le prime amichevoli.  Accoglienza eccezionale ed impeccabile con i networks ed i social media che hanno dato continuamente la notizia. Il Kelantan Fc è la squadra di punta della città di Kota Bharu ed ha tantissimi tifosi sparsi anche in tutta la Malesia. È uno tra i Club più antichi del Paese. Il nuovo presidente ha programmato per tornare ai vertici del calcio malese. Gli obiettivi  sono  ritornare in massima serie e puntare alla Malesia FA Cup che vincendola  porterebbe nella Champions asiatica. La rosa della squadra è composta da calciatori del luogo ma il Club si sta attrezzando  pure per portare ragazzi stranieri. Dopo la Mongolia un’altra grande avventura  attende, e le responsabilità sono tante. Insieme con lo staff (italo spagnolo) Marco Ragini farà di tutto per far felice il presidente Zamsaham ed i tifosi dei Red Warriors che riempiono quasi sempre lo stadio da 30 mila posti a sedere.  Scrivere la tigre di Malesia sarebbe stato da dilettanti, ma citare le due tigri che compaiono sullo stemma della Malesia è sinonimo di forza e coraggio. Valori antichi che camminano su altre gambe. L’unità e la forza. Bersekutu Bertambah Mutu.