Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

DA ISTANBUL AD ATENE, ROMA VENDICA QUELLA NOTTE!

Jacopo Vinci 24 aprile 2018 0 337 Visite Totali
DA ISTANBUL AD ATENE, ROMA VENDICA QUELLA NOTTE!
Si dice che la vendetta debba essere un piatto da servire freddo. La Roma ha preso alla lettera questo famoso e sdoganato detto. 34 anni sono passati dalla finale di Roma.
Ma il boccone amaro di quella notte, non è ancora andato giù ai tifosi Romanisti.
Perdere una finale in casa, fu qualcosa di terribile. Perderla in quel modo, con un portiere ballerino durante i calci di rigore, fu una sorta di umiliazione.
Superata solo dall’onta di Istanbul e da Dudek, che nel 2005, balló sulla linea di porta e sulla linea del tempo e del destino.
Il tempo europeo della Roma si è fermato quella notte della primavera del 1984.
Era un altro mondo: c’era l’Unione Sovietica e il telefono a gettoni, Maradona e Senna, la Lira e il mangianastri.
C’era una Roma fortissima che aveva appena vinto lo Scudetto.
I Giallorossi si lasciarono sfuggire però il boccone più succulento e videro i Reds festeggiare nella Città Eterna.
Se al Milan, dopo Istanbul, furono concessi appena due anni per consumare la sua vendetta, la Roma ha dovuto attendere quasi mezzo secolo.
Forse non ci sperava neanche più.
E ora, a fine Aprile, si trova tra le prime quattro d’Europa.
Proprio nel 2018: senza Totti, capitano e vessillo della Romanità, senza Salah, venduto in estate, per risanare il bilancio, proprio al Liverpool.
Di Francesco, allenatore al primo anno che si trova lì fra i grandi d’Europa; lo scorso anno allenava il Sassuolo, sette anni fa il Lecce. Questa notte, sarà quella più importante della sua vita.
Servirà coraggio e allo stesso tempo spensieratezza.
Da Istanbul ad Atene, da Roma a Roma, per prendersi la finale e consumare la vendetta, covata e sognata per 34 anni.