Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Confronto Seedorf-Stampa in conferenza: “Io ho la coscienza a posto”

Michael Cuomo 17 maggio 2014 0 1.207 Visite Totali
Confronto Seedorf-Stampa in conferenza: “Io ho la coscienza a posto”

Il tecnico sbotta alla Stampa: “Sono stanco delle vostre invenzioni”. Poi è confronto Seedorf-giornalisti: “Io ho la coscienza a posto”.

CARNAGO (VA) – Sette giorni dopo, stesso Clarence Seedorf. Nervoso dietro al suo solito sorriso, che, da settimane, funge soltanto da cerotto per coprire le ferite e non rispecchia il suo reale stato d’animo. Le conferenze di Milanello sono ormai un confronto duro e diretto tra il tecnico olandese e la stampa, con le parti che non se le mandano di certo a dire. Anche nell’ultima conferenza stampa della stagione, e che potrebbe essere anche l’ultima da allenatore del Milan per Seedorf.

BILANCIO Il professore Clarence giudica se stesso: “Errori? Sicuramente ne ho fatti ma voglio continuare a sbagliare, perché – spiega Seedorf utilizzando il noto proverbio – sbagliando s’impara. Ma sono soddisfatto e orgoglioso: – precisa il tecnico – la squadra ha trovato un’identità e una coesione con le quali si è arrivati anche a buoni risultati e ciò mi gratifica”. Un occhio al passato, prima di catapultarsi velocemente su quello che sarà il suo futuro: “Ho due anni di contratto, non commento le parole del Presidente e non comunico con la società attraverso voi media. Ho la coscienza a posto e non penso a quello che voi vi inventate”. Un attacco duro del tecnico verso la stampa che soprattutto nelle figure delle firme più storiche del mondo rossonero ha risposto a modo. “Io faccio autocritica, a volte dovreste farvela anche voi”. E quando gli veniva ricordato che dalla società nessuno si è opposto alle notizie circolate nelle ultime settimane, Seedorf si difende: “In questi quattro mesi avete esagerato con me”.

SASSUOLO Pochi sono i temi da trattare per quanto riguarda il calcio giocato. Si sa, altri temi fanno più notizia. Seedorf comunque non chiude all’impiego di El Shaarawy dal 1′: “Ha fatto molto bene a Bergamo, a voglia e di queste due cose ne terrò sicuramente conto”. E sull’esordio di Mastour? “Andiamo cauti su questo argomento, è molto giovane e dobbiamo creargli l’ambiente e le situazioni migliori per integrarsi al meglio in questo nuovo mondo. Non si parla invece del futuro di Kakà, degli obiettivi futuri. Perchè in fondo anche lui lo sa e non sente vicina e sicura la permanenza sulla panchina di San Siro. Ma sulla questione Europa League spiega: “La squadra sta pensando solo alla partita di domani. Dovremo fare 3 punti e sperare nel risultato degli altri campi”, senza tralasciare un elogio al collega Conte per la questione Italia-Champions: “Qualche verità ci sarà”.

CONFRONTO E’ un Seedorf che però cerca di riallacciare il rapporto con la stampa rossonera, con la quale convoca un confronto all’interno di una stanza di Milanello. Un insegnamento, da uomo di calcio e da italiano acquisito, quello che Clarence ha voluto dare ai giornalisti presenti. Con l’olandese con la coscienza pulita, i giornalisti che difendono la professione e lo assicurano di non aver mai fatto attacchi alla persona Seedorf, si arriva domani al Sassuolo. Ultima tappa di una stagione interminabile, sotto tutti i punti di vista.

Dall’inviato a Milanello.

(per ilcalciomagazine.it)