Adunata RossoNera

Gaetano Tolomeo 28 maggio 2015 0 3.774 Visite Totali
Adunata RossoNera

Serve unità d’intenti in questo momento, bisogna stare vicini alla società per il rilancio dei nostri amati colori. Pensare positivo e sperare nel Presidente Silvio Berlusconi che sembra si sia risvegliato in lui l’amore per il Milan. La scelta dell’ allenatore è fondamentale, Carlo Ancelotti, Antonio Conte, Montella o Emery, sono nomi importanti, basta con nuove leve e basta bruciare bandiere, dopo Seedorf e Inzaghi, si deve tornare a puntare sul sicuro sia sotto il profilo tecnico che tattico, non si puo’ piu’ aspettare la formazione tecnico – tattica del gioane allenatore di turno, basta parametri zero, basta scambi obbligati. Il nuovo corso del Milan, tracciato dal Presidente Silvio Berlusconi, prevede giovani di valore, possibilmente Italiani e con 3-4 max 5 stranieri in Rosa per alzare il tasso tecnico – tattico della squadra. Una vera e proria ricostruzione dalle fondamenta della squadra, ci vuole tanta pazienza adesso da parte di tutte le componenti per riportare i nostri amati colori ai fasti che merita. Alle riconferme dei vari Bonaventura (Talento puro e calciatore duttile), De Sciglio (Bisogna credere in lui e valorizzarlo, anche se io credo renda piu’ da centrale che da esterno), El Sharaawy (Se risolve i suoi problemi fisici è uno di sicuro affidamento), Antonelli (Impersona il vero Milanista, lo vedo come il nuovo capitano), Mastour (Credere in lui e iniziare ad inserirlo perchè è un talento puro), Ramy (Lui e Paletta sono gli unici centrali che possono stare in Rosa), Poli (Merita la riconferma perchè è uno che lotta e si sacrifica ed è duttile), Paletta (Già detto su), Calabria (Prodotto del Settore Giovanile da valorizzare), Honda (Un affare commerciale ed è anche un buon giocatore), Montolivo (Buon giocatore ma non con il carattere da capitano), Mastalli e Locatelli (Validi e di sicuro affidamento ci possono stare come giovani di prospettiva in rosa) e Suso (Giovane di qualità e di sicuro avvenire, dotato di buona tecnica, deve solo crescere caratterialmente e sapersi gestire, credere in lui è d’obbligo). Da valutare le riconferme di: Diego Lopez (Portiere di valore con rendimento alto, ma potrebbe essere valido per fare plusvalenza e liberare un posto per un valido giovane portiere Italiano come Perin) e Menez (Vale lo stesso discorso fatto per Diego Lopez, solo che per caratteristiche non si sposa molto con il nuovo progetto che prevede un gioco di squadra corale e organizzato), dei due giovani portieri Gori e Donnarumma (Secondo me da mandare a fare esperienza in serie B o Lega Pro), così come i vari Piccininocchi, Gamarra, Di Molfetta ecc. In entrata Bertolacci (Calciatore molto tecnico e sicuramente da Milan che alza il tasso tecnico di un centrocampo che l’anno scorso è stato sempre in difficoltà, da risolvere con la roma la comproprietà visto che si è acquisita la metà del Genoa), Valdifiori (Sarebbe molto utile viste le caratteristiche alla Pirlo, da vincere la concorrenza del Napoli), Darmian (Il ritorno a casa del Figliol Prodigo è sempre piu’ probabile), Perin (Già detto sopra), Tonelli (Centrale, Italiano, giovane e molto valido), Rugani (Magari ci scappa lo scambio con Matri), Paloschi (Lo riporterei alla Base potrebbe essere un ottimo attaccante di scorta da inserire al momento opportuno, magari come si faceva con i vari Massaro, Ganz e ultimamente Pazzini), Zaza (La Juventus ha preso Dybala e in rosa ha già tanti attaccanti validi, magari lo lascia libero di coronare il suo sogno da bambino, vestire i colori RossoNeri visto che è Milanista), Josè Mauri (Altro metonomo di centrocampo che ha qualità ed è Italiano visto che è prossimo alla convocazione in Nazionale). Ecco ho un po’ analizzato la situazione, in linea di massima sarà questa la linea da seguire per rilanciare il Milan, ma una cosa è sicura, arriverà un allenatore importante e il Milan farà un Mercato Importante.

Il Direttore
Gaetano Tolomeo