Bookmaker artbetting.co.uk - Bet365 review by ArtBetting.co.uk

Bookmaker artbetting.gr - Bet365 review by ArtBetting.gr

Germany bookmaker bet365 review by ArtBetting.de

Premium bigtheme.net by bigtheme.org

Analizziamo insieme la Situazione

Gaetano Tolomeo 20 giugno 2015 0 3.209 Visite Totali

Tranquillo più che mai e sempre più convinto che sto modo di fare calcio è immorale. Il Popolo RossoNero è deluso, molto giù di morale e sconsolato, lo vedo anche da chi deve scrivere, sembra di essere tornati un po’ di anni indietro quando il Liverpool ci strappo’ una coppa già vinta. Fino a pochi giorni fa il Popolo RossoNero sembrava rinato, sognava ad occhi aperti Ibrajmovic, J. Martinez, Kondogbia ecc, già si guardava ai futuri scenari colmi di vittorie. Una passione genuina e sviscerata verso i colori RossoNeri, si sa che i tifosi del Milan amano la loro squadra e il loro umore si fa condizionare dalle vicende che riguardano la squadra, anche io soffro come tutti. Premesso che anche io mi associo alle critiche verso la gestione di questo Mercato, secondo me si è peccato finora di presunzione non chiudendo le trattative subito senza cincischiare, si è fatto trapelare troppo e si è tornato a brancolare nel buio per negli ultimi tre anni, però è dico però cari amici di fede vi invito a fare una serie di riflessioni e valutiamo insieme i tre casi di mercato citati in precedenza:
1) Ibrajmovic, vi sembra normale è giusto che questo signore vada ad incontrare il Presudebte del PSG insieme al suo Agente, tale Mino Raiola, con il chiaro intento di strappare un altro anno di contratto e di cercare di non far valere una clausola nel contratto che prevede il decurtare to del 30% dello stipendio nell’ultimo anno di contratto e premunirsi con il Milan in caso di mancato accordo con il PSG?
2) Kondogbia, vi sembra normale e giusto che il Monaco e il calciatore hanno partecipato a trattative su due tavoli alzando la posta in palio? Vi sembra onesto che l’Inter si sia inserita in una trattativa già prossima alla conclusione dopo che Ausilio nei giorni passati aveva chiamato Galliani per ribadire che mai ci si doveva ostacolare nel Mercato? Onestamente vale 35 Milioni di euro? Con 35 Milioni di euro prendo un Campione già navigato.
3) J. Martinez, ancora non è perso ma si dice sia per strada anche lui. Onesto per voi che trovato l’accordo tra le due società, concordato tutto con il calciatore, il Milan programma le visite mediche in Cile, dove si sta svolgendo la Coppa America la Federazione non da’ il permesso per le visite mediche e nel frattempo si inserisce l’Atletico di Madrid?
Sto impazzendo io o il Mondo del calcio rema al contrario? Se le premesse sono queste, con tutto il rispetto per Ibra, Kondogbia e J. Martinez calciatori, sinceramente come uomini non meritano il Milan, i Grandi Milan si sono caratterizzati con e sopratutto di Uomini prima che di Grandi Campioni, siamo stati abituati a venerare gente come Franco Baresi che rifiuto’ Juventus, Roma e Sampdoria e preferì retrocedere in B 2 volte con il Milan, Van Basten rifiuto’ il Barcellona allora allenato dal suo maestro Crujff, Gullit per amore lascio’ la Sampdoria per ritornare al Milan, Savicevic preferì partire non titolare e conquistarsi la fiducia di Capello e non andare al Manchester United, ecc, tutti questi preferirono il Milan a ingaggi molto più alti. Il Milan e’ blasone, il Milan e’ storia, deve essere un onore vestire questa maglia, non ci interessa chi ci snobba, non ci merita, non merita i tifosi del Milan, la loro passione, il loro amore, vada come vada, i calciatori passano, chi vuole venire impunti i piedi e dica “Voglio il Milan” chi non lo fa’ vada a giocare dove vuole. Dopo aver detto tutto questo dico anche che a differenza di altri anni si è preso un allenatore vero, affamato, che sa quello che vuole e con buone idee questo mi da fiducia, non avrebbe mai accettato se i programmi non fossero stati importanti, parto da lì e rimango fiducioso, invitando tutti gli appassionati del Milan a sperare e ad avere pazienza fino alla fine del Calciomercato e poi fare le valutazioni.
Il Direttore
Gaetano Tolomeo